19 luglio 2017 – PALERMO Via D’Amelio

Ritengo non sia facile trasferire le emozioni con un semplice racconto. Posso però affermare, con assoluta certezza, che ciò che è stato vissuto in Via D’Amelio a Palermo il 19 Luglio 2017 non sarà facile dimenticarlo. Si compivano i 25 anni dalla strage che vide vittime PAOLO BORSELLINO e cinque Agenti della sua scorta. Non sarà facile dimenticare le persone, le emozioni e la forza per quella assoluta voglia di verità e giustizia che solo la gente comune sa richiedere con particolare semplicità e determinazione.
Assenti le componenti di parate e sfilate ufficiali; insieme a Salvatore e Rita le Persone vere e vicine di sempre: Don Luigi CIOTTI, Angela e Gianluca MANCA, Vincenzo e Augusta AGOSTINO, l’Avv. Fabio REPICI, ma anche il Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia Nino DI MATTEO, Il Giudice IMPOSIMATO, PIF, l’Avv. Antonio INGROIA, il Sindaco di Palermo Leoluca ORLANDO, diversi Sindaci dei Comuni isolani, tanti rappresentanti dei Presidi AGENDE ROSSE di vari centri d’Italia e tanta, tanta gente comune che alle 16,58 hanno urlato con tutte le proprie forze i nomi delle sei vittime dilaniate da oltre 100 Kg di tritolo, in quella stessa via. Così ha voluto Salvatore Borsellino onorare il minuto di silenzio anticipato dal suono del silenzio.
A rendere ancora più toccante il tutto, le testimonianze dei diversi parenti delle vittime che si sono alternati sul palco della memoria.
Le foto che seguono non trasmetteranno sicuramente emozioni ma vogliono essere una testimonianza fedele di una giornata vissuta nella constatazione di una sempre più crescente presa di coscienza collettiva. Richiesta di verità e giustizia e voglia di legalità per un’Italia più pulita e per un domani migliore.

A seguire alcune significative foto della giornata