Studenti e Società Civile incontrano Margherita Asta

Grande e sentita partecipazione ai tre incontri che Margherita Asta, nell’arco di una giornata, ha avuto, per la prima volta a S. Teresa di Riva con Studenti e Società Civile.
Non poteva essere altrimenti. L’emozione nell’ascoltare il racconto di quella che fu la travagliata realtà di una bambina di 11 anni, costretta ad essere grande dagli eventi che la coivolsero, fino al suo essere oggi testimone dell’umana barbarie, non poteva non coinvolgere quanti hanno avuto modo di ascoltarla, avvolti da un profondo velo di commozione e tristezza.
E’ il 2 febbraio e la giornata si preannuncia lunga ed emozionante.
Sono le 9,30 quando entriamo nella Palestra dell’Istituto di Istruzione Superiore di S. Teresa di Riva. Ad attendere Margherita Asta una selezione di classi sia del Liceo Classico che del Liceo Scientifico. Studenti che hanno avuto modo di leggere il libro di Margherita e che dopo averla ascoltata, con assoluta attenzione, la coprono di domande anche forti come a voler cercare una ulteriore conferma a quanto hanno letto ed appena prima sentito. La palestra è piena e le emozioni non si contano. Quella stessa storia che nei suoi sviluppi arriva a manifestare anche dell’incredibile, coinvolge tutti facendo si che alla fine, la stessa Margherita, bersagliata dai tanti interventi, esprima assoluta soddisfazione per come gli studenti hanno apprezzato e compreso il messaggio della sua sofferta testimonianza. Perdere la madre e due fratelli di 6 anni non è circostanza semplice da affrontare soprattutto se si sviluppa nel contesto di quella età.
Ringraziamo gli studenti per la loro attenzione e per il loro impegno, rivolgendo, come sempre, un particolare ringraziamento alla Dirigente Dott.ssa Lipari che ha condiviso questo incontro e alle Insegnanti che hanno lavorato insieme agli studenti sul libro.

Le foto dell’incontro con i Licei

Appena il tempo di fare quattro passi sul lungomare, approfittando della splendida giornata di sole e consumare un veloce e frugale pasto, che alle 14,30 siamo già pronti per il secondo incontro della giornata.
Ad attenderci, nell’Auditorium delle Ancelle Riparatrici gli Alunni dell’Istituto Comprensivo di S. Teresa di Riva, con rappresentanze di tutte le sezioni staccate di Antillo, Savoca e S. Alessio Siculo. Un colpo d’occhio davvero sorprendente che esplode in una partecipazione attiva e ben programmata. I ragazzi, infatti, sicuramente attratti da una storia che vede coinvolta una loro coetanea (quella era l’età di Margherita all’epoca dei fatti) si attivano non solo in interventi e domande molto appropriate e pertinenti ma in una serie di poesie, canti e quant’altro che contornano magistralmente il contesto di cui trattasi. Un vera e propria coinvolgente partecipazione attiva che fa onore ai ragazzi e ai vari Insegnanti di riferimento per la preziosa guida loro offerta. Sicuramente una collaborazione tra Associazione e Istituto Comprensivo che, avviata da poco, ha tutte le carte in regola per dare risultati concreti nell’ottica di percorsi educativi come legalità e memoria.

Le foto dell’incontro con l’Istituto Comprensivo di S. Teresa

E per finire la giornata, alle 18,00 presso il Palazzo della Cultura (ex Villa Ragno), sempre a S. Teresa di Riva si è avuto l’incontro pubblico. Ad accogliere Margherita Asta, oltre ad un folto pubblico che ha riempito la sala grande, il Vice Sindaco Danilo Lo Giudice e la Referente di LIBERA Messina, Tiziana Tracuzzi. Ricordiamo che Margherita Asta è Referente Nazionale di LIBERA.
Anche nel contesto serale le emozioni non sono state da meno coinvolgendo il pubblico presente su questo ulteriore incontro che segna l’aggiunta dell’ennesimo tassello al nostro percorso associativo di Legalità e Giustizia, nel ricordo e nella memoria di Onofrio Zappalà.
Un grazie a Margherita Asta per la sua disponibilità e per averci regalato una giornata di intense emozioni ed un sincero ed affettuoso augurio affinchè la sua forza e la sua determinazione possano essere sempre compagne fedeli e costanti della sua vita.

A seguire locandine ed invito predisposti per gli incontri.