Premio Zappalà 2015 – X° Edizione

Parlare quest’anno del PREMIO ZAPPALA’ 2015, in una serata che non ha fatto certamente economia di emozioni, ci crea qualche problema. Essendo noi parte in causa abbiamo l’impressione che ci si possa accusare di “esagerare”. Un pubblico assolutamente eccezionale ed inaspettato ha fatto da degna cornice ad una giornata molto particolare e molto intensa. Grande folla di fedeli a S. Alessio Siculo per la S. Messa celebrata da Don Ciotti  e un cortile del Liceo a S. Teresa di Riva, gremito all’inverosimile dove la presenza di Don Luigi Ciotti e Salvatore Borsellino, con i loro interventi, hanno letteralmente incantato le oltre 450 persone presenti. Non ci aspettavamo tanta affluenza anche per la concomitante Festa della Madonna di Porto Salvo, ma evidentemente i due nomi, cui abbiamo affidato le sorti della serata, erano molto graditi. Le emozioni li lasciamo a ad ognuno di noi, ad ognuno dei presenti, proprio perché è veramente difficile poterle descrivere. Salvatore Borsellino ha commosso e non poco con il suo particolare intervento e credeteci la sensazione è unanime. Mi piace riportare una conversazione con una persona e le nostre considerazioni che già ho pubblicato su facebook nel gruppo dell’Associazione : “Non ho mai pianto in pubblico ma mentre lui parlava mi sentivo entrare nella sua storia; ero completamente avvolta dal senso delle sue parole e non ho saputo trattenermi”. E sono molto simili tante e tante affermazioni che sostanzialmente vengono riprese da moltissima gente. E’ da più di 10 anni che facciamo incontri con personaggi che hanno da raccontare storie particolari e quasi sempre commoventi. Credo comunque che l’intensità delle parole di Salvatore Borsellino abbia sfondato il cuore di molte persone, noi per primi. Delle emozioni talmente forti e partecipate che hanno ancor di più reso speciale una serata che di per se ha saputo esserlo per i suoi ospiti ma anche per il pubblico presente, attento, partecipe, coinvolto. A noi rimane l’orgoglio di aver reso possibile tutto ciò, impegnandoci ancor di più per il futuro affinché momenti simili possano trovare ulteriori e sempre migliori riscontri. Lo dobbiamo ad Onofrio, alla sua famiglia, all’impegno che tanti anni fa abbiamo preso affinché la sua persona, così barbaramente e ingiustamente tolta alla vita, possa e debba rimanere accanto a noi e con noi nel nostro cammino.
Andiamo alla cronaca della serata. Si apre con un sentito GRAZIE, non poteva essere che così con una platea del genere ed un saluto agli ospiti che quest’anno ci hanno voluto onorare della loro presenza. Erano con noi il Vice Prefetto di Messina la D.ssa Caliò, il Presidente dell’Unione dei Comuni Domenico Prestipino, il Presidente del Consiglio dell’Unione Fabio Orlando, Il Sindaco di Messina Renato Accorinti, per il Comune di S. Teresa di Riva il Vice Sindaco Nino Famulari e l’Assessore al turismo e spettacolo Giovanni Bonfiglio, il Sindaco di Furci Sebastiano Foti, il Sindaco di Limina Marcello Bartolotta, questi ultimi due compagni di quella famosa III-B Liceo Classico 1971/72, il Sindaco di S. Alessio Siculo Rosanna Fichera, la sorella di Onofrio Maria Zappalà ed altre autorità locali. Al Comune di S. Teresa di Riva rivolgiamo un particolare ringraziamento a tutte le sue componenti per essersi messo a completa disposizione fornendoci ogni supporto personale, strumentale e logistico. Per l’I.I.S. di S. Teresa di Riva, invece, non può essere che sottolineato il determinante ruolo logistico della sua Dirigente Scolastica, D.ssa Carmela Maria Lipari che non si è assolutamente risparmiata per la eccellente riuscita della serata. Con l’I.I.S. e grazie a lei, abbiamo una convenzione che ci vede compartecipi alle nostre varie iniziative.
A seguire, dopo l’intervento del nostro Coordinatore Antonello D’Arrigo, vi sono stati gli interventi di Salvatore Borsellino e Don Ciotti per i quali i commenti sono stati già esternati in precedenza. Durante la serata, all’inizio e prima della consegna dei Premi Zappalà, si sono esibiti in alcuni brani musicali dei giovani musicisti alunni dell’Istituto Scolastico che ci ospitava.

Andiamo ai Premi ed alle Borse di Studio di 500 euro cadauna e che quest’anno erano tre, sovvenzionate dall’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, le quali sono andate rispettivamente a BARTOLOTTA SIMONA per l’indirizzo Scientifico, consegnata dal Presidente dell’Unione Prestipino, a LO MONACO MARIA ELENA per l’indirizzo classico, consegnata dalla Dirigente Lipari , mentre come miglior tema in assoluto tra Classico e Scientifico a CRISAFULLI MARIAPIA che ha ricevuto il premio dalle mani di Maria Zappalà, sorella di Onofrio.

Oltre alle Borse di Studio abbiamo consegnato altri due Premi Zappalà alla Persona con due targhe intestate a: Don LUIGI CIOTTI, consegnata dal Vice Prefetto D.ssa Caliò, per il suo costante impegno contro le mafie e a SALVATORE BORSELLINO, consegnata dal Sindaco di S. Alessio Rosanna Fichera, per l’impegno a lottare su giustizia e verità nel nome del fratello Paolo.

Un particolare apprezzamento, per la loro partecipazione ma anche per la loro disponibilità a darci concretamente una mano nell’organizzazione collettiva della giornata, va al Movimento Agende Rosse di Messina – Gruppo Graziella Campagna che ci sono stati accanto senza risparmiarsi su nulla ed al Presidio di LIBERA di Messina Nino e Ida Agostino.
Ancora un sentito grazie a tutti voi per aver partecipato ed un arrivederci . . . alla prossima.

A seguire le foto della meravigliosa serata.