XIV Edizione PREMIO ZAPPALA’ 2019 – Presentazione Evento

Si avvicina il 2 agosto e anche quest’anno siamo pronti a commemorare Onofrio Zappalà e la strage di Bologna nel suo 39° anniversario.
Come sempre Borse di Studio e Premi alla Persona caratterizzeranno la XIV Edizione del PREMIO ZAPPALA’ 2019 con in aggiunta, come sempre, qualche piccola sorpresa.
Inizio delle manifestazioni come di consueto a S. Alessio Siculo dove alle 18,30 si andrà al Cimitero per deporre un mazzo di fiori sulla tomba di Onofrio.
Alle 19,00, nella Chiesa Parrocchiale, la S. Messa Officiata da Padre Luciano Zampetti mentre a precedere questi due eventi, sempre nella piazza antistante la Chiesa, a partire dal pomeriggio, gli appassionati potranno trovare lo sportello di Poste Italiane che, come ogni anno, emette su nostro incarico, un annullo speciale Filatelico atto ad ufficializzare la giornata. Le cartoline regolarmente affrancate ed obliterate con l’impronta Postale sono state disegnate, come per gli altri anni, dai Maestri Nino Ucchino e Licinio Fazio che ringraziamo per la loro disponibilità ed attenzione che ci dedicano ormai da 15 anni. Una terza cartolina completerà la serie tematica della giornata ed è stata creata dall’Associazione a ricordo sempre di Onofrio.
Alle 20,30 ci si sposta a S. Teresa di Riva, nei giardini di Villa Ragno per la XIV Edizione del PREMIO ZAPPALA’. I nostri Ospiti: Vittorio Teresi, Magistrato in pensione da alcuni mesi. Da PM ha accompagnato il primo processo sulla trattativa Stato-mafia accanto a Nino Di Matteo e Francesca Andreozzi, nipote di Pippo Fava ed attualmente Vice Presidente della Fondazione Fava. A loro i Premi alla Persona 2019 mentre, sempre come Premio Zappalà, assegneremo due Borse di Studio a due studenti dell’ultimo anno dell’I.I.S. Caminiti-Trimarchi, uno per l’indirizzo Classico e uno per l’indirizzo Scientifico.
Durante la serata verrà proiettato un corto creato interamente dai ragazzi dell’I.C. Don Luigi Sturzo, plesso di S. Teodoro che, partecipando ad un bando della Consulta dei Nebrodi, per promuovere i valori e i principi che si oppongono fermamente alla cultura mafiosa e trasmettono la cultura della legalità, si sono classificati primi sia nella sezione corto che nella sezione elaborati.
Valutando infatti il risultato dei due prodotti, non potevamo non riconoscerne la pregevole fattura, soprattutto in funzione del fatto che gli artefici/creatori sono ragazzi di 13 anni. Abbiamo ritenuto infatti, come pensiamo sia giusto, concedere lo spazio che meritano a questi ragazzi che pur nella loro giovane età hanno ben reso un concetto fondamentale della società legale: pensare con la propria testa senza farsi condizionare minimamente da tutto ciò che ci circonda e ci abbaglia con facili e comodi finali, che tutto hanno a mostrarci tranne che amore, fratellanza, legalità.
L’appuntamento rimane quindi, ancora una volta per giorno 2 agosto con quanto in programma.
Rimane quanto in itinere già per il prossimo anno, in occasione del 40°, in relazione al quale vedremo di poter dare qualche piccola anticipazione.
Vi aspettiamo quindi ancora una volta il 2 agosto per trascorrere insieme a noi una piacevole serata tra storia e memoria condita con forti e vere emozioni, come sempre. A presto.