Leila Falà


LEILA  FALA’

Attrice e poeta. Nata ad Ancona, vive a Bologna. E’ impiegata presso l’Università. Nipote di A.Magnini,  pittore e noto artista della ceramica umbra. . Laureata al Dams con G. Scabia e M. De Marinis  e allieva della scuola di Teatro Galante Garrone, si occupa a lungo di comunicazione e donne (è stata  tra le fondatrici del Centro Documentazione delle Donne di Bologna; co-redattrice a Radio Città poi RC del Capo; docente di Relazioni pubbliche per diversi enti di formazione). Attrice, nel 2000 entra ne Il Gruppo Libero Teatro con cui recita fino al 2008. Ha lavorato con registi come Tanino De Rosa, Pia Papandrea, Roberto Latini, Pietro Floridia;  fonda la piccola compagnia “Tredonne Eun musicistA” (2012-2014). Ha scritto alcuni testi per il teatro.

Si avvicina alla poesia verso il 2002 e partecipa da subito a molti reading,  entrando a far parte del mondo poetico bolognese  e (2006) del Gruppo ’98 Poesia, che si propone di incoraggiare il confronto e la scrittura nelle poete. Vi rimane fino al 2016, dopo aver curato una antologia di poesia del gruppo sul dare voce alla propria spinta interiore alla creatività.

 

Leila Falà è stata una delle narratrici del Cantiere 2 agosto – 85 storie per 85 palcoscenici, ed ha narrato la storia di Onofrio Zappalà.