Stagione 2018 – I prossimi incontri

Già pianificati e confermati i prossimi incontri che accompagneranno il nostro cammino nelle scuole e nella Società civile.
Abbiamo il piacere e l’onore di avere finalmente tra noi, una delle figure più emblematiche dello stragismo in Italia MANLIO MILANI. Sulla sua figura si è incarnata la memoria della strage di Piazza della Loggia a Brescia da quel tragico 28 Maggio 1974. E’ stato da sempre proprio lui a rappresentare la mai spenta domanda di verità e giustizia attraverso una lunghissima vicenda giudiziaria che ha trovato fine nel Giugno scorso con la definitiva condanna agli ergastoli per Maggi e Tramonte, dopo solo 43 anni. Sua quella foto simbolo della strage che lo vede gridare aiuto mentre sorregge il capo della moglie Livia Bottardi, ferita a morte dalla bomba. Sarà con noi il 10 Gennaio prossimo per incontrare, la mattina, gli Studenti dell’ Istituto di Istruzione Superiore di S. Teresa di Riva, Classico e Scientifico, nel primo pomeriggio i ragazzi dell’Istituto Comprensivo e sempre a S. Teresa di Riva, nel Palazzo della Cultura alle ore 18,00, si incontrerà con la società civile e con quanti vorranno condividere un momento di memoria storica, sicuramente pregno di forti emozioni.
Il 10 e 11 Aprile 2018, invece, si torna a parlare di legalità e giustizia con ragazzi sempre nuovi che avranno modo di riflettere sull’importanza delle regole, uniche certezze per un futuro sempre più partecipato e senza’altro migliore. Sarà GHERARDO COLOMBO che torna ancora tra noi (questa volta anche espressamente richiesto) a dialogare con gli Studenti sia dell’Istituto Superiore di S. Teresa di Riva, che del Comprensivo. Non mancherà l’incontro pubblico che sarà destinato in località ancora da definire, ma comunque in zona che non lo ha visto presente nelle sue precedenti venute.
Riprende così la nostra attività associativa di incontri mirati, mentre stiamo già lavorando per il PREMIO ZAPPALA’ 2018, del 2 Agosto, nel ricordo del 38° Anniversario della strage di Bologna e della morte di Onofrio, nella speranza di riuscire ancora una volta a creare interesse ed emozioni che insieme, diciamo in maniera abbastanza forte, abbiamo vissuto negli ultimi anni.
Sempre grazie per la vostra partecipazione e per il vostro crescente consenso.